New Way to Harping… Creative & Flexible Daily Technique For Diatonic, Lever and Pedal Harp

cover ENG New Way to Harping

New way to harping … Creative & Flexible Daily Technique For Diatonic, Lever and Pedal Harp,  is a book born to develop a flexibility in composing technical exercises with creativity from the first preparatory moments up to the technical development concert, which could accompany the student without a particular link with the traditional notation, which creates enormous difficulties at the beginning of the studies, but using graphs and tables that individually develop a single technique but also have the possibility to combine them with the help of the teacher and then independently to create personalized exercises adapted to different contexts, which can help to develop a fast memorisation also of the musical theory through the technique on the instrument (eg notation, dynamics, rhythm).
In the final pages of each technical topic and at the end of the book will be examples of exercises or dynamic and creative lessons for preparatory activities that teachers can offer during lessons, and advice for professional harpists who want to use flexible patterns to diversify their activities heating before the study or a concert (classical, jazz, contemporary etc …).

 

Price 25€ Available from the end of October, it’s possible pre-order on Contact Page on this site  www.chromharp66.com/contact

Annunci

New Way to Harping… Tecnica Quotidiana Creativa e Flessibile Per Arpa Diatonica, a Levette e a Pedali

new Way to Harping cover im it

New way to harping… Tecnica Quotidiana Creativa e Flessibile Per Arpa Diatonica, a Levette e a Pedali, è un libro nato per sviluppare una flessibilità nel comporre con creatività esercizi tecnici dai primi momenti propedeutici fino allo sviluppo tecnico concertistico, che potesse accompagnare lo studente senza un particolare legame con la notazione tradizionale, che crea enormi difficoltà all’inizio degli studi, ma utilizzando grafici e tabelle che singolarmente sviluppano una singola tecnica ma anche avere la possibilità di combinarli con l’aiuto dell’insegnante e poi autonomamente per poter creare esercizi personalizzati adattati a contesti diversi, che possono aiutare a sviluppare una tecnica veloce di memorizzazione anche della teoria musicale attraverso la tecnica sullo strumento (es. notazione, dinamica, ritmo).
Nelle schede finali di ogni argomento tecnico e alla fine del libro si proporranno degli esempi di esercizi o lezioni dinamiche e creative per attività propedeutiche che gli insegnanti possono proporre durante le lezioni , e consigli per arpisti professionisti che vogliono usare pattern flessibili per diversificare la propria attività di riscaldamento prima dello studio o di un concerto (classico, jazz, contemporaneo etc…).

Price 25€ Disponibile da fine Ottobre, è possibile preordinare sulla pagina Contact  http://www.chromharp66.com/contact

 

 

CH.I.S News Harps Festival Arpademia

Harps Festival Arpademia – Sassello, Italy 21-23 Settembre/ September

copertina Harps Festival

 

3 CHIS days imperdibili ad Arpademia dal 21 al 23 Settembre a Sassello per arpisti, compositori ed arrangiatori:
I giorno Enarmonia Estemporanea per Arpa a Pedali ed a Levette
II giorno Corso d’arpa cromatica 6/6
III giorno Arpa Jazz

Non perdere questa occasione!

3 CHIS days not to be missed in Arpademia from September 21st to 23rd in Sassello for harpists, composers and arrangers:
I day Fast Enharmony for Pedal and Lever Harp
II day Chromatic harp course 6/6
III day Harp Jazz

Do not miss this chance!

L’Harps Festival di Arpademia si arricchisce di novità:
data l’estrema varietà di richieste nei confronti degli argomenti e moduli didattici proposti dalla M° Vanessa D’Aversa divideremo in prevalenza le attività in 3 session Days del Progetto didattico CH.I.S.che presenta nuove tecniche didattiche per lo sviluppo armonico e consapevole dell’arpa a pedali, a levette e dell’arpa cromatica 6/6. https://chromharp66.com/c-h-i-s/
I CHIS Session Day Corso di Enarmonia Estemporanea
Mattina teoriaEnarmonia Estemporanea per Arpa a pedali ed Arpa a levette per arpisti, compositori ed arrangiatori
F.E.L.A. Technique (Fast enharmony for Lever Harp) – F.E.P.A. Technique (Fast Enharmony for Pedal Harp)
Pomeriggio esercitazioni pratiche(per arpisti, con arpe e PedalPad) e di arrangiamento e composizione (per arrangiatori e compositori)
– F.E.P.A. Technique (Fast Enharmony for Pedal Harp) Enarmonia estemporanea per arpa a pedali
contenuto seminario e libro didattico:
– F.E.L.A. Technique (Fast Enharmony for Lever Harp) Enarmonia estemporanea per arpa a levette
contenuto seminario e libro didattico:
II CHIS Session Day Corso d’arpa cromatica 6/6
Mattina tecnica
libro didattico : First Contact Metodo per arpa cromatica 6/6
Pomeriggio esercitazioni pratiche e di composizione per arrangiatori e compositori
– First Contact – Seminario Didattico per lo studio dell’arpa cromatica 6/6 di: base, intermedio ed avanzato”
III CHIS Session Day Arpa Jazz
Mattina Storie d’arpa nell’improvvisazione
– Seminario Storie d’arpa nell’improvvisazione
Libro didattico:
Pomeriggio Tecniche d’improvvisazione esercitazioni pratiche ed esercizi enarmonici o di composizione per arrangiatori e compositori.
– Arpa Jazz
link percorso didattico:
The Harp Festival of Arpademia is enriched with new features:
given the extreme variety of requests regarding the topics and teaching modules proposed by M ° Vanessa D’Aversa we will mainly divide the activities in 3 session Days of the CH.I.S. Didactic Project presents new teaching techniques for the harmonious and conscious development of pedal harp, levers and chromatic harp 6/6.
I CHIS Session Day Fast Enharmony Course
Morning theory Fast harmony for pedal harp and harp with levers for harpists, composers and arrangers
F.E.L.A. Technique (Fast enharmony for Lever Harp) – F.E.P.A. Technique (Fast Enharmony for Pedal Harp)
Afternoon practical exercises (for harpists, with harps and PedalPad) and arrangement and composition (for arrangers and composers)
– F.E.P.A. Technique (Fast Enharmony for Pedal Harp) Extemporary enharmony for pedal harp seminar content and teaching book:
https://chromharp66.com/2018/01/12/fepatechnique-en/
– F.E.L.A. Technique (Fast Enharmony for Lever Harp) Extemporary enharmony for harp with levers
seminar content and teaching book:
https://chromharp66.com/2018/02/23/f-e-l-a-technique-en/
II CHIS Session Day Chromatic harp 6/6 course 
Technical morning
didactic book: First Contact Method for chromatic harp 6/6
https://chromharp66.com/2018/05/08/first-contact-method-metodo/
Afternoon practical and composition exercises for arrangers and composers
– First Contact – Didactic Seminar for the study of the 6/6 chromatic harp of: basic, intermediate and advanced ”
https://chromharp66.com/2016/08/17/first-contact/
III CHIS Session Day Harp Jazz
Morning: Harp stories in improvisation
– Seminary
https://chromharp66.com/2018/05/25/harp-stories-storie-darpa-seminary/
Didactic book:
https://chromharp66.com/2017/10/27/storie-darpa-nellimprovvisazione/
Afternoon Improvisation techniques, practical exercises and enharmonic or composition exercises for arrangers and composers.
– Jazz Harp
educational path link:
https://chromharp66.com/2017/07/26/arpa-jazz/
Info of Harps Festival Here: 
Per informazioni/info 
Arpademia@gmail.com
FB_IMG_1533077955890FB_IMG_1533926240700FB_IMG_1533926244642

SASSELLO ARPADEMIA FESTIVAL
IL PRIMO GRANDE FESTIVAL DI ARPA E ARPATERAPIA DAL 21 al 23 SETTEMBRE

Arpademia Festival alla sua edizione numero 1 è un Festival europeo e vuole essere soprattutto, un’esperienza indimenticabile. Se amate la musica, l’arpa e la natura avrete la possibilità di trascorrere 3 giorni meravigliosi in un luogo fantastico, in compagnia di splendidi artisti e di nuovi amici musicisti.

ARPA CELTICA- CLASSICA-JAZZ-ARPATERAPIA
Il Corso di Arpa Celtica coinvolge tutti, a tutti i livelli: dal semiprofessionista che vuole perfezionarsi con Enrico Euron, fra i migliori docenti europei, al principiante che vuole semplicemente provare. Ma se vuoi semplicemente iniziare non preoccuparti! Abbiamo anche una classe per “livello zero”, ovvero per chi non ha mai toccato un’arpa in vita sua! Arpademia Festival è l’occasione giusta per iniziare e crescere in progetti dedicati ai mille volti dell’Arpa.
Sotto la direzione artistica di Eleonora Perolini i docenti invitati sono scelti tra i maggiori didatti innovativi internazionali e sono scelti, oltre che per il loro livello assoluto, per la varietà dell’offerta che verrà proposta.
I partecipanti possono immergersi così nelle più diverse scuole ed influenze musicali: anche per questo chi conosce Arpademia sa che è un’esperienza unica. Dall’Arpa Classica, Celtica, Rinascimento, Arpa Cromatica Jazz, …

Il programma di Arpademia è curato dal Direttore Artistico Eleonora Perolini.
Eleonora Perolini. Diplomata in Arpa al conservatorio G. Verdi di Milano nel 1988. Nel 1988 vince il Concorso del Jeunes de la Mediterranée come prima arpa ed è finalista per le audizioni Ecyo alla presenza di direttori d’orchestra di fama internazionale tra cui C.Abbado e R.Muti. Ha suonato come solista con prestigiose orchestre tra cui la Rai di Milano, i Pomeriggi Musicali, l’orchestra di Bacau (Romania), Filarmonica di Sanremo, Lirico-sinfonica del Piemonte effettuando numerose registrazioni e incisioni. Ha collaborato in duo con S. Gazzelloni, A. Adorjan con il quale ha effettuato la registrazione del Concerto k299 di W.A.Mozart per arpa e flauto, G. Pretto e stabilmente dal 1991 con M. Kessick effettuando tournée in Europa e Usa. È docente di Arpaterapia, con comunicazione e risposta al Ministero della Sanità dal 2002, all’Università Popolare Biellese per l’educazione continua. E’ responsabile delle attività del Laboratorio di Ricerca Storico Musicale per il territorio Biellese con protocollo d’intesa tra la stessa istituzione e il Centro Internazionale di Musica e Cultura di cui è Presidente e legale rappresentante dal 1990. Affianca all’attività concertistica la ricerca della sulla vibrazione della corda, prodotta dall’Arpa e già dimostrata ampiamente negli Stati Uniti, dove usano l’arpa all’interno di strutture sanitarie e di benessere. In Italia Eleonora Perolini collabora stabilmente con l’istituto C.Besta di Milano e le cliniche Geriatriche Readelli di Milano.E’ iscritta all’ordine dei Giornalisti della regione Piemonte. Ha registrato numerosi CD per Rusty Record, Edizioni Jump, Classica Viva, tra questi “… quanto rimane sotto il moggio …” con il gruppo vocale e strumentale del Laboratorio di Ricerca Storico Musicale di UPBeduca per le edizioni dell’Università Popolare Biellese. E’ stata docente di Arpa all’Istituto “G.Rusconi” di Rho, Milano, attualmente è in carica presso le sedi dell’Associazione Mozart2000 School in Acqui, Alessandria e Burago di Molgora. Ha fatto parte di giuria a Concorsi Internazionali tra cui “Rovere d’Oro” di San Bartolomeo (IM), “Giulietta Simionato” Asti, Concorso Internazionale di Santhià (VC), Concorso Internazionale di Alice Belcolle (AL), Concorso Internazionale di Belveglio (AT). È dedicataria di opere di vari autori, tra cui Franco Mannino, Luigi Giachino, Giuseppe Elos, Marlaena Kessick. E’ di sua pubblicazione il libro “Le Corde del Cuore” edito da Feltrinelli, autobiografia con parte di metodologia dedicata all’Arpaterapia. Il Corso prevede una serie di esempi sulle varie applicazioni dell’arpa in ambito terapeutico ed è rivolto a tutti coloro che vogliano avvicinarsi all’arpa in modo progressivo e divertente. Si svolgerà per tre giorni all’insegna dell’apprendimento musicale con metodologia Primecorde e Mozart2000 adatta in ambito didattico, sanitario e nella sfera del benessere. Aperto a tutti i livelli dove in ogni sezione verranno create lezioni personalizzate sul gruppo e individualizzate sulla persona a secondo delle esigente personali.

Vanessa D’Aversa è diplomata in Arpa a Pedali con le seguenti docenti: Maria Teresa Temperilli, Isabella Mori e Sabina Turano. Ha conseguito come prima
arpista in Italia una Laurea triennale sperimentale di jazz al Conservatorio di Frosinone “Licinio Refice” nella quale ha utilizzato oltre all’arpa a pedali e
a levette anche i prototipi Midi e l’arpa Cromatica 6/6. I suoi docenti di jazz Aldo Bassi, Paolo Tombolesi, Roberto Spadoni, Marco Tiso, Greg Burk, Ettore
Fioravanti, Gerardo Iacoucci e molti altri. In quel periodo Vanessa D’Aversa ha condotto un percorso sperimentale di ricerca ed autonomo insieme a professionisti e didatti del settore, nel quale si è proposta di trovare nuove soluzioni didattiche differenti da quelle proposte da altri arpisti jazz, più vicine e realistiche alla tradizione americana dell’improvvisazione, nel quale ne ha tratto dei suoi specifici metodi d’insegnamento e di applicazione nella pratica performativa (come F.E.P.A. technique ©, Virtual Pedal
Practice, Change Fast chords Full Immersion) che insegna nei corsi e seminari di Jazz, d’improvvisazione e per l’apprendimento di tecniche musicali audio-tattili. Vanessa D’Aversa è la prima arpista cromatica 6/6 in Italia a proporne un utilizzo professionale, nella didattica e nello sviluppo nel campo classico, soprattutto moderno e jazz. Il sito didattico www.chromharp66.comcon un seguito di 10.000 visitatori del settore e più di 100 Paesi coinvolti, proietta l’arpa verso nuove pratiche d’insegnamento, svolge abitualmente sessioni webinar-online con arpisti da tutto il mondo, propone metodi intuitivi e moderni che arricchiscono le metodologie tradizionali accademiche e che nel tempo porteranno l’arpa in tutte le sue forme a recuperare il gap che oggigiorno ha nei confronti degli altri strumenti, attraverso la sua ricerca spasmodica nel migliorare le attitudini delle arpe sia nel campo didattico, ma soprattutto nella prototipazione collaborando con molteplici liutai e produttori (tra cui Stealtharp). Adesso collabora con altri musicisti in varie formazioni in contesti nazionali ed internazionali, svolge seminari, sessioni webinar, coaching e corsi formativi per vari modelli d’arpa e varie tecniche di prassi esecutive estemporanee, d’improvvisazione
e d’arrangiamento. Il suo primo libro didattico “Storie d’arpa nell’improvvisazione” è stato pubblicato nel 2017 e distribuito globalmente anche nella versione in inglese
“Harp Stories in the Improvisation” sta ricevendo molto interesse dai vari Istituti scolastici, Università e Conservatori per l’esposizione storica introduttiva delle lezioni proposte sulle pratiche di prassi esecutive estemporanee, tradizional-popolari ed audio tattili che riguardano le arpe protagoniste nei linguaggi improvvisativi presenti nel mondo e per la particolarità del corso che dopo ascolti analitici di brani, applica le antiche tecniche d’improvvisazione adattandole agli stili e alle capacità dello studente per farne aumentare la creatività e l’autonomia nella ricerca e nello studio professionale. Le varie attività didattiche organizzate da Vanessa D’Aversa, sono presentate nei vari progetti didattici e nei seminari contestualizzati insieme agli enti interessati che intendono arricchire le proprie tradizioni con le sue competenze. Tra i seminari proposti: F.E.P.A. technique © con sessioni dedicate ad arpisti e/o compositori ed arrangiatori, F.E.L.A. technique Enarmonia Estemporanea per arpa a levette, Arpa jazz e Storie d’arpa nell’improvvisazione, First contact per gli arpisti che voglio iniziare a suonare l’arpa cromatica 6/6, corsi avanzati per arpa cromatica 6/6, corsi di jazz per tutti i musicisti, e con il progetto Healing Harp 432Hz l’introduzione dell’arpa cromatica 6/6 in ambienti ospedalieri ed olistici.

Enrico Euron, concertista, docente, compositore e ricercatore è annoverato fra i principali esecutori europei di arpa celtica. Dopo il diploma in Organo presso il Conservatorio di Torino si dedica alla musica medievale, alla direzione d’orchestra ed alla composizione. I suoi interessi storico-musicali ormai da due decenni sono prevalentemente volti alla riscoperta ed alla divulgazione del patrimonio musicale antico irlandese e scozzese. Ha studiato arpa celtica in Bretagna con Mirdhin, in Irlanda con Emer Mc Laverty e Michael O’ Rooney, in Scozia con Savourna Stevenson, vincendo importanti concorsi musicali, collaborando con i nomi più prestigiosi del panorama mondiale legato alla musica irlandese (Grainne Hambly, Chieftains, Mirdhin, Lian O’ Flynn), e tenendo oltre 600 concerti con tournées che lo hanno portato in Sudamerica, in India e in tutta Europa.
Ha pubblicato numerosi libri sula storia della musica celtica e sulle tecniche dell’arpa irlandese, ed ha inciso fino ad oggi dieci CD.
E’ socio onorario dell’Associazione Italiana dell’Arpa e direttore artistico di importanti manifestazioni internazionali dedicate all’arpa celtica ed alla musica antica.

Alessandra Franco si è diplomata brillantemente nel 2004 presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria e ha approfondito la sua preparazione musicale sia a livello pratico che teorico seguendo corsi di perfezionamento arpistico in ambito solistico ed orchestrale, sotto la guida della Prof.ssa Fernanda Saravalli e iscrivendosi all’indirizzo musicale del DAMS, presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Torino.
Il suo repertorio solistico spazia dalle melodie della tradizione celtica a quelle più conosciute di noti autori del ‘700, ‘800 e ‘900.
E’ stata invitata a manifestazioni organizzate da diversi Comuni d’Italia, associazioni musicali ed Enti concertistici: “Asti Teatro Ragazzi”, Teatro Alfieri , Sala Pastrone, Asti film festival, Piccolo Teatro Giraudi, “Chiaroscuro”, “Echi di Cori”, città di Rivoli (“Note in città” ), Associazione musicale “Tempo Vivo” ( “Asti per Asti”), Società Promotrice Belle Arti, Corale Alfierina, città di Aosta, Avigliana, Novara, Genova, festival di Majano; all’estero Linz (Austria) e festival operistico di Avenches ( Svizzera).
Collabora con diverse orchestre quali l’orchestra dell’Istituto “G. Verdi”, Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra Filarmonica Italiana , Orchestra Sinfonica di Cuneo, Orchestra Ritmosinfonica “A. Carlos Gomez” , Orchestra sinfonica di Sanremo e Orchestra del Terzo Millennio, diretta dal M° Renato Serio, con cui ha partecipato al Concerto di Natale Rai 2006 trasmesso dall’Auditorium del Principato di Monaco.
Si dedica con passione alla didattica musicale e arpistica.
Ama cimentarsi in diversi generi musicali e spesso accompagna cantanti, lirici e non solo, e affianca le sue esecuzioni alla lettura di poesie o testi in prosa . Tra questi si ricordano collaborazioni con:
L’attore Gialli, per la rassegna “Montagne d’argento” presso il salone comunale di Aosta, 2002;
Laura Nosenzo per la presentazione del suo libro “La casa sull’albero” edito da Ente Parchi, Palazzo Gazelli di Rossana ad Asti e Villa San Secondo, 2003; ETC.
Dal 2014 fa parte di gruppi di musica tradizionale “Minnalousche” e “D’Ombres et des lumières”.
Insegna arpa, musica gioco e teoria e solfeggio presso La Bottega delle Meraviglie, di cui è ideatrice, fondatrice e direttrice, nelle sedi di Asti e Mombercelli e Monticello d’Alba.

CAMILLO VESPOLI. L’arpa tra Rinascimento e modernità: Analogie del respiro musicale nelle varie epoche.
Il programma del corso è libero, con particolare riguardo alla musica rinascimentale.
Diplomato in arpa al Conservatorio “A, Vivaldi” di Alessandria, si perfeziona successivamente con Susanna Mildonian, Giuliana Albisetti, Osian Ellis e Nancy Allen.
Svolge attività concertistica sia come solista sia in gruppi da camera; dal 2012 collabora con il gruppo vocale “Audite Nova” di Voghera, specializzato nel repertorio Medioevale, Rinascimentale e del Primo Barocco.
Ha tenuto numerosi concerti in Italia ed all’estero, nel 1992 si è esibito al Simposio Europeo degli arpisti a Norimberga.
Ha tenuto concerti per il Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università degli Studi di Bologna e nel 1999 presso l’Auditorio Nacional de Musica di Madrid.
Ha inoltre preso parte a molte prime esecuzioni di compositori contemporanei tra i quali Nicola Cisternino, Daniele Ledda, Denis Vinzant, Chiara Benati, Marco Montaguti, Anna Pucci, con brani a lui dedicati.
Ha inciso per la Edipan di Roma ed ha partecipato a trasmissioni televisive e per la radio italiana.
Ha tenuto numerosi corsi estivi di approfondimento di arpa e si occupa da tempo di didattica musicale ed è docente di arpa al Liceo Musicale “G. Plana” di Alessandria.

I concerti si terranno nei giorni del Festival in varie sale e per le vie del centro di Sassello (SV), nei locali interni e nei luoghi suggestivi esterni del Parco del Beigua e saranno ad ingresso libero per gli iscritti al festival e i loro familiari.

E’ richiesta curiosità, semplicità e disponibilità alla scuperta innovativa dell’effetto benefico della vibrazione della corda su ognuno di noi! Vi aspettiamo!
Per informazioni Arpademia@gmail.com

Harp Stories/ Storie d’arpa Seminary

harp stories.PNG

Seminario “Storie d’Arpa nell’Improvvisazione” ©

Introduzione

Il progetto didattico si propone di integrare le tradizioni popolari ed audio-tattili a quello tradizionale – classico utile allo studente per un eventuale ammissione in un Conservatorio, un approfondito studio ed assimilazione negli aspetti improvvisativi utilizzati nella storia dell’arpa in vari luoghi del Mondo in vari periodi storici. 

Seminary “Harp Stories in Improvisation” ©

Introduction

The educational project aims to integrate the popular and improvisational traditions to the traditional – classical one useful to the student for a possible admission to a Conservatory, a thorough study and assimilation in the improvised aspects used in the history of the harp in various places of the World, in various historical periods.

Struttura corso

Il percorso didattico alterna due sezioni:

  • Introduzione Storica e di analisi all’ascolto: attraverso un’introduzione contestuale storica e di ascolto (*) si darà modo agli studenti di trovare affinità, differenze, qualità strutturale dei brani e timbriche di ogni elemento proposto per sviluppare una conoscenza critica della musica d’arpa nel mondo dell’improvvisazione
  • Conoscenze teoriche e applicazioni pratiche: ogni lezione sarà anticipata da una spiegazione teorica seguiranno subito specifiche esercitazioni di classe individuali e di gruppo.

Course structure

The educational path alternates between two sections:

  • Historical introduction and listening analysis: through a historical contextual introduction and listening (*) students will be able to find affinities, differences, structural quality of the pieces and timbres of each element proposed to develop a critical knowledge of music ‘harp in the world of improvisation
  • Theoretical knowledge and practical applications: each lesson will be anticipated by a theoretical explanation will immediately follow specific exercises of individual class and group.

Obiettivi

Il corso ha l’obiettivo di arricchire il linguaggio classico di sfumature artistiche, tecniche e di competenze storiche e moderne che diano ulteriore e spessore alla sua storica ed importante tradizione.

Ogni studente svilupperà competenze individuali e di gruppo a seconda del livello di partenza che diano risalto alle competenze acquisite e che arricchiscano il proprio repertorio di brani con sfumature tecniche ed abilità di arrangiamento estemporaneo più approfondite.

Objectives

The course aims to enrich the classical language, artistic nuances, techniques and historical and modern skills that give further and thickness to its historical and important tradition.

Each student will develop individual and group competences depending on the starting level that emphasize the skills acquired and that enrich their repertoire of pieces with technical nuances and arranging skills, more detailed extemporaneous.

Durata

I contenuti didattici sono più efficaci se utilizzati ed assimilati all’interno di un corso scolastico annuale e per livelli di studio, ma possono esser anche scorporati in tre moduli per abilità (ritmiche, melodiche ed armoniche).

Sarà l’amministrazione a decidere la durata e le modalità di esposizione dei moduli e del materiale didattico del corso.

Contenuti didattici storici tratti dal Libro “Storie d’arpa nell’improvvisazione”

*ascolti ed analisi di brani sono correlati ai periodi storici relativi, presto disponibile nell’area learning di questo sito. 

Duration

The didactic contents are more effective if used and assimilated within an annual school course and for study levels, but they can also be separated into three modules for abilities (rhythmic, melodic and harmonic).

It will be the administration that decides the duration and the modality of exposition of the modules and the didactic material of the course.

Historical didactic contents taken from the book “Stories of harp in improvisation”

* Listening and analysis of songs are related to relative historical periods, soon available in the learning area of this site.

 

Cos’è un Arpa?; Analisi della prassi esecutiva estemporanea nella Storia dell’Arpa;

Capitolo I: Ritmo

La sovrapposizione tra chiamata-risposta nell’interlocking (ritmi incrociati)

Time line asimmetrico

Arpa in sud America: La colonizzazione degli spagnoli

Buzzing (rumore di fondo) la distorsione del suono puro dell’arpa

Forme musicali ed improvvisazione in Africa

Perfoming practices da solisti e in gruppo

Capitolo II: Melodia

Modi : Il sistema Modale Greco

Ministrels, trovatori e giullari

Francesi

Irlanda

Improvvisatori nomadi: I Viggianesi

L’arpista poeta: letteratura e musica vocale

Capitolo III: Armonia

Ars nova

Il Rinascimento

La villanella cinquecentesca

Il Cinquecento

Il madrigale e la nascita dell’Opera

L’arpa ne”l’Orfeo” di Monteverdi

Spagnoli e portoghesi: il Barocco

L’arpa ad una fila di corde dagli uncini alle forchette

Capitolo IV: Arpa Jazz (facoltativo)

La Storia dell’ Arpa Jazz dalle orchestre nei musical Al Free Jazz

Broadway

Harpo Marx; Casper Reardon; Adele Girard; Dorothy Ashby; Alice Coltrane;

Conclusione: l’Arpa nel Jazz o il Jazz nell’Arpa?

to read the Index in english go in the page Harp Stories in the Improvisation

 

Pratiche d’insegnamento tradizionali e di prassi estemporanea esecutiva:

Traditional teaching practices and extemporaneous executive practice:

Sezione Alfabetizzazione tradizionale ed audio tattile:

  • Lettura a prima vista di un brano con notazione musicale tradizionale, o per mezzo di sigle, la difficoltà sarà definita a seconda del livello tecnico, armonico ed esperienziale dello studente.

Traditional Literacy and Tactile Audio Section:

  • Reading at first sight of a piece with traditional musical notation, or by means of abbreviations, the difficulty will be defined according to the technical, harmonious and experiential level of the student.

Sezione Abilità tecniche:

  • Utilizzo di tecniche di base od avanzate sull’arpa con metodologie flessibili “New way to Harping©” (diteggiature, arpeggi, accordi, armonici, trilli, dinamiche, effetti timbrici o d’espressione, glissati ecc.)
  • Enarmonia estemporanea F.E.P.A. or F.E.L.A. Technique

Section Technical Skills:

  • Use of basic or advanced techniques on the harp with flexible methodologies “New way to Harping ©” (fingerings, arpeggios, chords, harmonics, trills, dynamics, timbric or expression effects, glissati ecc.)
  • Fast Enharmony F.E.P.A. or F.E.L.A. Technique

Sezione Abilità individuali

  • Corretta comprensione dei contenuti didattici e della loro applicazione tecnica
  • Abilità improvvisative individuali nello sviluppo di un brano a seconda del livello tecnico nelle varie forme espositive (costruzione delle sezioni melodiche ed armoniche, espressive e della dinamica)
  • Memorizzazione strutturale dei brani o di pattern prefissati e capacità di proporre lo stesso brano nei vari stili proposti.
  • Sviluppo della creatività compositiva, musicale, ed espressiva di ogni studente

Individual Skills Section

  • Correct understanding of the didactic contents and their technical application
  • Individual improvisation skills in the development of a piece according to the technical level in the various display forms (construction of melodic and harmonic sections, expressive and dynamics)
  • Structural memorization of the pre-set pieces or patterns and ability to propose the same piece in the various styles proposed.
  • Development of the compositional, musical and expressive creativity of each student

Sezione Abilità di gruppo

  • Comprensione del ruolo nel gruppo (ruolo: solistico, ritmico, armonico, d’ornamentazione e d’improvvisazione nelle sezioni relative, relazione solista-gruppo, applicazioni dinamiche estemporanee durante la conduzione del gruppo o anche senza conduttore)
  • Contare i moduli ritmici o le sezioni durante l’esecuzione in gruppo

Group Skills Section

  • Understanding of the role in the group (role: solo, rhythmic, harmonic, of ornamentation and of improvisation in the relative sections, soloist-group relationship, dynamic extemporaneous applications during group management or even without conductor)
  • Count rhythmic modules or sections during group play for each student

Sezione Abilità Ritmiche:

  • Sviluppo della relazione tra canto e accompagnamento strumentale attraverso la suddivisione per battute del brano e la sovrapposizione di pattern cantati e melodici armonici allo sviluppo dell’intera struttura.
  • Studio di pattern ritmici applicati a brani tradizional-popolari (ritmi tradizionali, time-line asimmetrici o sud americani)
  • Applicazione di elementi esterni percussivi o distorsivi applicati sullo strumento (cordiera) oppure sugli arti dei musicisti (buzzing, rumori di fondo)

Pratiche ritmiche d’insieme per lo sviluppo della relazione solista-gruppo

Rhythmic Skills Section:

  • Development of the relationship between singing and instrumental accompaniment through the subdivision by bars of the piece and the overlapping of harmonious sung and melodic patterns to the development of the whole structure.
  • Study of rhythmic patterns applied to traditional-popular pieces (traditional rhythms, asymmetric time-lines or South American rhythms).
  • Application of external percussive or distorsive elements applied on the instrument (tailpiece) or on the limbs of the musicians (buzzing, background noises).
  • General rhythmic practices for the development of the soloist-group relationship

Sezione  Abilità melodiche:

  • Metodi per la Trascrizione di melodie tradizionali
  • Studio dei modi o scale modali e l’applicazione su brani o cadenza
  • Come ornare una melodia (targeting, mordenti, ottave)

L’arpista poeta: letteratura e musica vocale viggianese ed estera

Melodic skills section:

  • Methods for Transcription of traditional melodies
  • Study of modal ways or scales and the application on tracks or cadence
  • How to decorate a melody (targeting, biting, octave)
  • The poet harpist: literature and vocal, viggianese and foreign music

 

Sezione Abilità Armoniche

  • Ear traning e memorizzazione di strutture armoniche
  • Uso ed utilizzo di conoscenze armoniche di base o avanzate
  • Utilizzo di tecniche per l’arrangiamento in vari stili tradizionali e moderni

 

Harmonic Skills Section

  • Ear traning and storage of harmonic structures
  • Use and use of basic or advanced harmonic knowledge
  • Use of arrangement techniques in various traditional and modern styles

 

Vanessa D’Aversa Teacher CH.I.S. 

© “Storie d’arpa nell’improvvisazione” – “Harp Stories in the improvisation”

Ogni riproduzione dello stesso tipo di applicazione didattica dei corsi e seminari organizzati e pubblicati da Vanessa D’Aversa è espressamente vietata per diritti intellettuali e di copyright

Any reproduction of the same type of didactic application of the courses and seminars organized and published by Vanessa D’Aversa is expressly forbidden for intellectual and copyright rights

First Contact Method/Metodo

cover up web

 

Versione in Inglese

First Contact – Method for Chromatic Harp 6/6

Introduction to the Method
This book originates from the didactic articles published on chromharp66.com by Vanessa D’Aversa and from the activities of the author as harp player of chromatic 6/6 and as teacher during the Masters “First Contact – Didactic Seminary for the study of the chromatic harp 6 / 6 of: basic, intermediate and advanced level”. Each pattern, section, topic is designed to be suitable:

  • to a beginner as to an advanced harpist. The technical path of a chromatic harpist, unlike diatonic harps, can not ignore the gradual knowledge of harmony and musical theory together with every technical step;
  • to all the harps that have already been built, and for the next future, each module can be adapted to the extent and difficulty level of the harpist, student and to the individual methodological practices of each teacher.

 

Versione in italiano

First Contact- Metodo per Arpa Cromatica 6/6

Introduzione al Metodo

Questo libro nasce dagli articoli didattici pubblicati su chromharp66.com e dalle attività  dell’autrice come arpista di arpa cromatica 6/6 e come insegnante durante i Master “First Contact –Seminario Didattico per lo studio dell’arpa cromatica 6/6 di: base, intermedio ed avanzato”. Ogni pattern, sezione, argomento è stato pensato per essere adatto:

  • ad un principiante come ad un’arpista avanzato. Il percorso tecnico di un’arpista cromatico a differenza delle arpe diatoniche non può non prescindere dalla conoscenza graduale dell’armonia e della teoria musicale assieme ad ogni passaggio tecnico;
  • a tutte le arpe che sono già state costruite, e per le prossime future, ogni modulo può essere adattato all’estensione e al grado di difficoltà dell’arpista, studente e alle singole pratiche metodologiche di ogni docente.

[………]

 

Index

Index
Intro
Chapter 1 Chromatic Harp 6/6, Origins and Description
Chapter 2 Setting
Chapter 3 Intervals
Chapter 4 Scales
Chapter 5 Chords
Chapter 6 Arpeggios
Chapter 7 Particular sounds and effects
Chapter 8 Natural Glissando & UnGlissando
Chapter 9 Trilli
Chapter 10 Appendices and Conclusion

Indice

Intro

Capitolo 1 Arpa Cromatica 6/6, le Origini e Descrizione

Capitolo 2 Impostazione

Capitolo 3 Intervalli

Capitolo 4 Scale

Capitolo 5 Accordi

Capitolo 6 Arpeggi

Capitolo 7 Suoni particolari ed Effetti

Capitolo 8 Natural Glissando & UnGlissando

Capitolo 9 Trilli

Capitolo 10 Appendici e Conclusione

F.E.L.A. Technique En

Special Edition:

F.E.L.A. Technique Fast Enharmony for Lever Harp

Available from March/April

Follow the page Shop for more infos about activation the relative order link 

or click on direct link to buy online:

  http://www.commusicenter.com/product/f-e-l-a-technique-en-o-it-version/

 

fela mini book

 

The mini book “F.E.L.A. Technique Fast Enharmony for Lever Harp” was
written mainly for lever harpists (professionals and not) that want to
keep a conscious manual of harmony on their instrument, transcribe,
compose songs or improvise but also useful for composers and
arrangers, who want to know in depth the levers board. On the subject,
it has never been developed, a clear method for harpists to orient
them in various genres and levels in developing the use of the lever
board to en-harmonize extemporaneously.

There are few theoretical treatises on enharmony, impracticable even
for classical composers and even more there are no texts on applied
harmony used in the teaching of harpists to resolve overlaps of
alterations extemporaneously, after one of pedal harpists “F.E.P.A.
Technique Fast Enharmony for Pedal Harp”, this is dedicated for the
lever harpists.

It is very important to propose to students, harpists, composers and
arrangers, a practical and systematic discipline at increasing levels
of interest that explore all the harmonic possibilities of lever harp
with tips for immediate use from traditional languages
(classic-contemporary) up to to face a first in-depth knowledge of the
harmonies used in modern genres (pop-rock-jazz).

 

Index

 Introduction

The learning process

For the student

For the Teacher

Specific F.E.P.A. notation for the harp

Lever Harp: Theoretical description of the Levers and Functioning

Basic concepts of enharmony

En-harmonic levers associated F.E.L.A. Tab

Virtual Lever Practice

Fast enharmonic reading: first exercises

GRILL notes: find the corresponding enharmonic lever

Metronome for exercise

the Diagrams for the study

 The circle of the fifths: A little theory

How to use the circle of fifths

Chord Voicing Drills

Root movement Drill

“Flashchord” Drill

Chords GRILL: Play the corresponding enharmonic chord

Chords

Scales

Technical Substitutions

Advice for the study

Acknowledgments

CH.I.S. Books Collection

Biography

F.E.L.A. Notes : Virtual Lever Practice

F.E.L.A. Technique IT

Edizione Speciale:

F.E.L.A. Technique

Enarmonia Estemporanea per l’Arpa a Levette

Disponibile da Marzo/Aprile

Segui la pagina Shop per avere informazioni sul link diretto per ordinare

o clicca sul link diretto per comprare online:

  http://www.commusicenter.com/product/f-e-l-a-technique-en-o-it-version/

fela mini book it

 

Il mini libro F.E.P.A. Technique Enarmonia Estemporanea per l’Arpa a Levette è stato scritto principalmente per tutti gli arpisti (professionisti e non) ma utile anche per compositori ed arrangiatori, che vogliono conoscere in profondità le levette e vogliono ottenere una manualità cosciente dell’armonia sul proprio strumento, trascrivere, comporre brani o improvvisare. Sull’argomento, non è mai stato sviluppato, un chiaro metodo per gli arpisti che li orientasse nei vari generi e per livelli nel sviluppare l’uso della pedaliera per en-armonizzare estemporaneamente.

Esistono pochi trattati teorici sull’enarmonia, impraticabili anche per i compositori classici e ancor più non esistono testi sull’enarmonia applicata utilizzabili nella didattica degli arpisti per risolvere sovrapposizioni di alterazioni estemporaneamente, dopo la pubblicazione di  “F.E.P.A. Enarmonia Estemporanea per l’Arpa a Pedali”, nasce una versione speciale dedicata all’arpa a levette.

È molto importante proporre agli studenti, arpisti, compositori ed arrangiatori, una disciplina pratica e sistematica a livelli crescenti d’interesse che esplori tutte le possibilità armoniche dell’arpa a levette con consigli d’utilizzo immediati dai linguaggi tradizionali (classico-contemporaneo) fino ad affrontare una prima conoscenza approfondita delle armonie utilizzate nei generi moderni (pop-rock-jazz).

 

Indice

Introduzione

Il processo d’apprendimento

Per lo studente

Per i Docenti

Notazione specifica per l’arpa

L’Arpa a Levette: Descrizione teorica delle levette e funzionamento

Concetti di base di enarmonia

Tablatura per levette F.E.L.A. enarmonica associata

Virtual Lever Practice

Lettura enarmonica veloce PRIME ESERCITAZIONI

Note GRILL: trova il pedale enarmonico corrispondente

Metronomo per l’esercitazione

Gli altri diagrammi per lo studio

Il circolo delle quinte: Un po’ di teoria

Come usare il circolo delle quinte

Chord Grill: ripetizione degli accordi e scale

Chord Voicing Drills

Root movement Drill

“Flashchord” Drill

Chords GRILL: Suona l’accordo enarmonico corrispondente

Accordi

Scale

Sostituzioni tecniche

Consigli per lo studio

Ringraziamenti

CH.I.S. Books Collection

Biografia

F.E.L.A. Notes : Virtual Lever Practice