13731552_277378465953245_4049805138497527472_n.jpgThe Learning Website http://www.chromharp66.com has received a great international interest with visiting the site from more than 100 countries and over 10,000 visits over a year and a half of harpists and industry experts.

The purpose by Vanessa D’Aversa teacher of chromatic harp 6/6, is to expand knowledge among harpers of new ways of playing harps through the very different techniques and prototypes of hares through the application:
Of the MIDI technique of the pedal harp and chromatic harp of Kortier; Of the extemporaneous harmony in jazz with F.E.P.A. Technique Fast En-Harmony for Pedal Harp; The use of digital and analogue sound effects;  And especially from the rediscovery of the Cross Strung Harfe 6/6 to which it has been totally devoted.

Vanessa D’Aversa graduated in Classic Music with the Pedal Harp with the following M ° Maria Teresa Temperilli, Isabella Mori and Sabina Turano.

She obtained as a first harpist in Italy an experimental triennial jazz degree at the Conservatory of Frosinone “Licinio Refice” in which she also used beyond the pedal harp, the prototype Kortier and the cross strung harfe 6/6. His jazz teachers Aldo Bassi, Paolo Tombolesi, Roberto Spadoni, Marco Tiso, Greg Burk, Ettore Fioravanti, Massimo Bettazzi and many more. In that period Vanessa D’Aversa conducted an experimental and autonomous experimental period together with professionals and industry educators in which she proposed to find new solutions and didactics different from those proposed by other jazz harpists closer and more realistic to the tradition American improvisation, in which she derived her specific teaching and application methods in performance practice.

Vanessa D’Aversa is the first chromatic harpist in Italy to offer her professional use, teaching and development in the classical field, especially modern and jazz. The teaching website http://www.chromharp66.com projects the harp, towards new, more intuitive and modern teaching practices. Over time, the harp brings the gap that it has with other instruments today, through her spasmodic research in improving harps in the field of teaching, but especially in prototyping by collaborating with many luthers and producers.


13767149_1128901080508649_9145442593643874358_o

Il Sito http://www.chromharp66.com ha ricevuto un estremo interesse internazionale con la visita del sito da più di 100 Paesi e più di 10.000 visite nel corso di un anno e mezzo di arpisti ed esperti del settore. Lo scopo dell’ideatrice la Didatta e maestra d’ arpa Cromatica 6/6 Vanessa D’Aversa è di espandere la conoscenza tra gli arpisti di nuovi modi di suonare le arpe, attraverso le tecniche e prototipi di arpe molto differenti tra loro, attraverso l’applicazione della tecnologa  MIDI dell’arpa a pedali e cromatica di Kortier,  l’enarmonia estemporanea nel jazz con la F.E.P.A. technique Fast En-harmony for Pedal Harp , l’utilizzo di effetti sonori digitali ed analogici e soprattutto  la riscoperta dell’arpa Cromatica 6/6 alla quale si è dedicata totalmente.

Vanessa D’Aversa è diplomata in Arpa a Pedali con le seguenti M° Maria Teresa Temperilli, Isabella Mori e Sabina Turano. Ha conseguito come prima arpista  in Italia una Laurea triennale sperimentale di jazz al Conservatorio di Frosinone “Licinio Refice” nella quale ha utilizzato oltre all’arpa a pedali e a levette anche i prototipi Kortier e l’arpa Cromatica 6/6. I suoi docenti di jazz Aldo Bassi, Paolo Tombolesi, Roberto Spadoni, Marco Tiso, Greg Burk, Ettore Fioravanti, Massimo Bettazzi e molti altri. In quel periodo Vanessa D’Aversa ha condotto un periodo sperimentale di ricerca ed autonomo insieme a professionisti e didatti del settore, nel quale si è proposta di trovare nuove soluzioni e didattiche differenti da quelle proposte da altri arpisti jazz più vicine e realistiche alla tradizione americana dell’improvvisazione, nel quale ne ha tratto dei suoi specifici metodi d’insegnamento e di applicazione nella pratica performativa.

Vanessa D’Aversa è la prima arpista cromatica in Italia a proporne un utilizzo professionale, nella didattica e nello sviluppo nel campo classico, soprattutto moderno e jazz.  Il sito didattico www.chromharp66.com proietta l’arpa verso nuove pratiche d’insegnamento più intuitive e moderne  che nel tempo porta l’arpa a recuperare il gap che oggigiorno ha nei confronti degli altri strumenti, attraverso la sua ricerca spasmodica nel migliorare le attitudini delle arpe sia nel campo didattico, ma soprattutto della prototipazione collaborando con molteplici liutai e produttori.

Annunci